Sindrome simil-Brugada nei bambini che presentano tachicardia ventricolare rapida e ritardo di conduzione intraventricolare

La sindrome di Brugada è una patologia di conduzione potenzialmente grave che di solito si presenta in età adulta e solo raramente è stata descritta nella prima infanzia.In assenza di malattia cardiaca metabolica o strutturale, la tachicardia ventricolare... [Leggi]

La Digossina associata ad aumento di mortalità nei pazienti con fibrillazione atriale

La fibrillazione atriale è di gran lunga la più comune aritmia cardiaca nella popolazione generale. Oltre alla tromboprofilassi, la gestione dei pazienti con fibrillazione atriale comporta una di due strategie: (i) strategia del controllo del ritmo mediante l’utilizzo... [Leggi]

Vernakalant: effetti indesiderati

Il profilo di sicurezza dell’antiaritmico Vernakalant ( Brinavess ) è stato valutato in studi clinici effettuati su 883 soggetti ( pazienti e volontari sani ). In base ai dati su 773 pazienti di 6 studi di fase II e fase III, le reazioni avverse segnalate... [Leggi]

Controllo della frequenza nella fibrillazione atriale

La fibrillazione atriale non-trattata è generalmente associata a una risposta ventricolare irregolare, rapida, e spesso accompagnata da sintomi, tra cui palpitazioni, fatigue, dispnea, e capogiri. E’ ampiamente accettato che il rallentamento della risposta ventricolare, a... [Leggi]

Buflomedil: restrizione delle indicazioni, nuova controindicazione, rischio di sovradosaggio

Gli operatori sanitari sono stati informati riguardo ad alcune importanti modifiche apportate al Riassunto delle Caratteristiche del Prodotto, al Foglio Illustrativo ed alle condizioni d’uso delle specialità medicinali contenenti il principio attivo Buflomedil, un... [Leggi]

ESC Lineeguida 2010: trattamento acuto della fibrillazione atriale

Il management acuto della fibrillazione atriale ha come obiettivo quello di proteggere i pazienti dagli eventi tromboembolici e di migliorare la funzione cardiaca.La gravità dei sintomi correlati alla fibrillazione atriale dovrebbe guidare la decisione per il ripristino del... [Leggi]

La terminazione procedurale della fibrillazione atriale persistente mediante ablazione con catetere migliora l’outcome

E’ controverso il fatto che la terminazione dell’aritmia durante ablazione mediante catetere sia associata ad un migliorato esito clinico.Uno studio prospettico ha preso in esame 153 pazienti consecutivi, di età media 56 anni, sottoposti ad ablazione mediante... [Leggi]

La terminazione della fibrillazione atriale persistente di lunga durata mediante ablazione con catetere migliora l’esito clinico

L’ablazione mediante catetere della fibrillazione atriale persistente di lunga durata è stata eseguita con risultati variabili, utilizzando una combinazione di differenti tecniche. E’ tuttavia controverso se il termine dell’aritmia durante l’intervento di... [Leggi]

Sindrome di Andersen-Tawil: la Flecainide sopprime la tachicardia ventricolare bidirezionale e reverte la cardiomiopatia indotta dalla tachicardia

La tachicardia ventricolare bidirezionale, sebbene sia una rara aritmia nella popolazione generale, è frequentemente osservata nei pazienti con sindrome di Andersen-Tawil e con intervallo QT lungo.Tuttavia, il trattamento farmacologico di questa aritmia rimane... [Leggi]

Sindrome di Brugada: efficacia della terapia profilattica con defibrillatore impiantabile

Sono stati analizzati i dati di follow-up della terapia con defibrillatore cardioverter impiantabile ( ICD ) nella sindrome di Brugada. Lo studio retrospettivo ha coinvolto 47 pazienti ( età... [Leggi]

Reazioni avverse sistemiche con Ivermectina nel trattamento dei pazienti anziani con scabbia

La scabbia è una delle più comuni infestazioni parassitarie. L’Ivermectina, mediante somministrazione orale, è impiegata estensivamente nel trattamento della scabbia. In... [Leggi]

L’ablazione mediante catetere nel trattamento della fibrillazione atriale persistente di lunga durata

Medici del St Bartholomew’s Hospital di Londra hanno esaminato la possibilità dell’impiego dell’ablazione con catetere nel trattamento dei pazienti sintomatici con fibrillazione atriale... [Leggi]

Le aritmie ante-parto aumentano il rischio di complicanze avverse fetali

Nelle donne con malattia cardiaca, le aritmie sostenute possono produrre un aumentato rischio alla madre e al feto. Ricercatori della Toronto University ( Canada ) hanno determinato l’incidenza... [Leggi]

Sindrome di Brugada: alta incidenza di complicanze associate al defibrillatore impiantabile

La sindrome di Brugada è una malattia aritmogenica caratterizzata da un aumentato rischio di morte cardiaca improvvisa a causa dell’insorgenza di fibrillazione ventricolare. La terapia... [Leggi]

Efficacia del Tecadenoson nel trattamento della tachicardia parossistica sopraventricolare

Tecadenoson è un agonista selettivo del recettore dell’adenosina A1, dotato di un effetto dromotropo negativo dose-dipendente sul nodo atrio-ventricolare ( AV ).Tecadenoson è in... [Leggi]

Impiego dei farmaci antiaritmici ed antitrombotici nei pazienti con fibrillazione atriale negli Usa nel periodo 1991–2000

Una ricerca ha valutato la terapia medica della fibrillazione atriale negli Stati Uniti nel periodo compreso tra il 1991 ed il 2000.La fibrillazione atriale colpisce, solo negli Usa, circa 2,3 milioni di adulti, e la sua incidenza è in crescita, soprattutto tra i... [Leggi]

Tedisamil nel trattamento della fibrillazione atriale / flutter atriale di recente insorgenza

Il Tedisamil ( Tedangin ) è un nuovo farmaco antiaritmico, con spiccata attività di classe III. La sua efficacia e sicurezza nella conversione della fibrillazione atriale o del flutter atriale di recente insorgenza a ritmo sinusale è stata... [Leggi]