Incontinenza da prostatectomia radicale: la Duloxetina riduce la perdita urinaria


Fino al 70% dei pazienti che si sottopongono a prostatectomia radicale si lamenta di perdita urinaria, ma l’incontinenza da stress che persiste 1 anno dopo l’intervento chirurgico interessa meno del 5% dei pazienti.

La Duloxetina ( Yentreve ) è un inibitore della ricaptazione della serotonina e della noradrenalina che produce sollievo dei sintomi dell’incontinenza urinaria da stress.

Uno studio ha valutato l’efficacia della Duloxetina nel management dell’incontinenza urinaria dopo prostatectomia radicale ed il suo impatto sui parametri urodinamici, come la pressione di chiusura uretrale massima ( MPCU ), abdominal leak point pressure ( ALPP ) e retrograde leak point pressure ( RLPP ).

Allo studio hanno partecipato 18 uomini con incontinenza urinaria da stress, 12 mesi dopo la prostatectomia radicale.

Tutti i pazienti sono stati sottoposti al test del pannolino ( pad test ) per quantificare il grado di urina persa, ed una valutazione urodinamica prima e dopo un trattamento della durata di 3 mesi con Duloxetina è stata eseguita.

Alla valutazione di pretrattamento il valore medio di ALPP era 52.1cm H2O, MUCP era 52.5cm H2O, e RLPP era 43.1cm H2O.

Dopo 3 mesi di trattamento con Duloxetina, il valore medio di ALPP era 59.1cm H2O, MUCP era 67.3cm H2O, e RLPP era 45.1cm H2O.

L’impiego della Duloxetina ha comportato lieve aumento della pressione di chiusura uretrale massima ed una significativa riduzione della perdita urinaria.
L’azione della Duloxetina a livello dello sfintere estrinseco, fa si che il farmaco non rappresenti un’opzione di trattamento completo per l’incontinenza post-prostatectomia. ( Xagena2006 )

Zaharion A et al, Urol Int 2006; 77: 9-12


Uro2006 Farma2006



← Torna inietro
Specialità ( Italian version )